F.A.Q.

 

Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono, a volte.

Douglas Mortimer (Lee Van Cleef), “Per qualche dollaro in più”  Sergio Leone

Raccogliamo qui le domande più frequenti che ci vengono rivolte dai nostri clienti. L’elenco non è esaustivo ed è in continuo aggiornamento. Può comunque essere d’aiuto e chiarire i dubbi di coloro che hanno intenzione di partecipare alle nostre gite e alle nostre iniziative.

1) Chi sono le guide ambientali escursionistiche?

Una guida ambientale è un “professionista della natura”. La definizione esatta della figura di Gae (in acronimo)  e’ la seguente: “Le guide ambientali escursionistiche sono professionisiti che accompagnano persone singole o gruppi assicurando la necessaria assistenza tecnica, nella visita di ambienti naturali, anche antropizzati, di musei eco-ambientali, allo scopo di illustrarne gli elementi, le caratteristiche, i rapporti ecologici, il legame con la storia e le tradizioni culturali, le attrattive paesaggistiche, e di fornire, inoltre, elementi di educazione ambientale. Sono esclusi quei percorsi che richiedono comunque l’uso di attrezzature e di tecniche alpinistiche”.

La professione di Guida Ambientale Escursionistica si svolge, in Italia, sotto diverse denominazioni (guida naturalistica ambientale, guida naturalistica, accompagnatore naturalistico) facendo riferimento ai criteri e denominazioni non uniformi adottati dalle singole regioni.

Nel nostro caso “Escursionisti curiosi” non è che un portale che raccoglie le iniziative di diverse guide ambientali, le cui proposte sono dislocate nelle varie regioni.

2) Cosa devo fare per partecipare ad una gita in programma? 

Ogni gita in programma ha una scheda che riporta l’itinerario, la lunghezza del percorso, le difficoltà della gita stessa, il nominativo e i contatti della guida che condurrà l’escursione. Per iscriverti è sufficiente contattare telefonicamente la guida, nei termini previsti dalle condizioni di partecipazioneo mandare una mail. Riceverai via sms o via mail la conferma dell’iscrizione. A quel punto l’iscrizione si intende formalizzata.

3) Come mi devo vestire? Cosa devo portare?

Nella pagina dedicata nel sito, troverai tutte le informazioni necessarie, che interessano tanto l’abbigliamento quanto cosa portare con te.

4) Come vengono organizzati gli equipaggi?

Per le uscite che richiedano l’utilizzo di auto private, ti verrà chiesto se tu disponga di un’auto da mettere a disposizione del gruppo. Questo per formare degli equipaggi, e utilizzare il minor numero di auto possibili. Nel caso in cui tu non disponga di un’auto puoi aggregarti ad un equipaggio. Le spese di benzina, casello ecc, saranno divise tra i membri dell’equipaggio, con esclusione di chi guida. Questo per evitare che siano sempre le stesse persone a mettere a disposizione la propria autovettura. Le spese di carburante e dei caselli autostradali verrano calcolate, per equità, sulla base delle tariffe riportate sul sito “via michelin”. Nel caso in cui non ci fossero autovetture sufficienti a disposizione per effettuare la gita, a discrezione della guida, la possibilità di annullare la stessa, utilizzare altri mezzi di trasporto o proporre un altro itinerario.

5) Sono di un’altra città ma vorrei partecipare ad una vostra iniziativa. Come

mi devo comportare?

Se vieni da un’altra città, puoi tranquillamente partecipare alle nostre iniziative. Per quanto riguarda il raggiungimento del punto di ritrovo, se sei da solo dovrai muoverti autonomamente e i costi del viaggio saranno a tuo carico. Nel caso ci fossero altre persone provenienti dalla tua città o da città vicine, cercheremo, se possibile e nel rispetto della legge sulla privacy, di mettervi in contatto, in modo da raggiungere la località di partenza in gruppo e dividere le spese. Nel caso si andasse con auto private, e dovessi trovarti “di strada”, faremo una deviazione per venire a recuperarti.

6) Qual è l’età media dei partecipanti?

L’età dei partecipanti è assai varia. I gruppi sono estremamente eterogenei, l’ambiente assolutamente informale. Le persone sono tutte accomunate dallo stesso desiderio di vivere una giornata, o piu’ giornate, in un clima conviviale e sereno. Ci diamo tutti tranquillamente del tu. Se ti trovi da solo, e magari sei un po’ titubante sul da farsi, qui puoi incontrare persone che, come te, amano camminare e amano la natura. Il nostro desiderio e la nostra soddisfazione è anche quella di vedere nascere delle amicizie o dei legami piu’ duraturi.

7) Non ho esperienza e non sono abituato/a a camminare. Come posso muovermi?

Per partecipare alle nostre iniziative non è necessario avere alcun tipo di esperienza. Per alcuni trekking è solo preferibile avere un minimo di allenamento. Tutte le nostre proposte sono schedate e nei dettagli troverai tutte le indicazioni tecniche che ti possono permettere di fare una valutazione. Ai trekking si aggiungono proposte di sola didattica ambientale, itinerari semplici, senza alcuna difficoltà tecnica e adatti a tutti. Il consiglio è di provare ad uscire una volta con noi e vedere come ti trovi, partendo da una gita semplice e breve. Tutte le nostre guide, inoltre, potranno aiutarti e consigliarti, e, manterranno un passo adatto a tutti. Saranno frequenti le soste, durante le quali verranno illustrate le peculiarità naturalisitche dell’ambiente circostante (flora, fauna, geologia ecc ecc) e durante le quali sara’ possibile riposarsi e rifocillarsi. Oltre alle soste previste per spiegare il territorio, ci sarà poi una pausa pranzo, più o meno lunga, che potrà essere al sacco o presso una struttura ricettiva con noi convenzionata.

 8) Siamo una famiglia. Come vi comportate in caso di minori?

Anche i minori possono partecipare alle nostre iniziative, sotto la piena e totale responsabilità dei genitori. A breve, sul sito, verranno riportate delle uscite pensate proprio per le famiglie, con relative riduzioni per i minori. Consigliamo le uscite di didattica ambientale. In ogni caso il suggerimento è sempre quello di rivolgersi alla guida che condurrà l’uscita, per una valutazione caso per caso.

9) Quando si paga la gita?

Il saldo della gita è da effettuarsi al termine della stessa. Solo nel caso di uscite di più giorni sarà richiesta una caparra per la prenotazione delle strutture ricettive. Saranno richiesti i propri dati personali, al fine di poter inviare a mezzo mail, o a mezzo cartaceo, la relativa fattura.

10) Qual è il numero massimo dei partecipanti? Nel caso venisse raggiunto, come vi comportate?

In linea di massima il numero massimo dei partecipanti è di 15 persone. Nel caso ci fossero piu’ guide disponibili per la stessa giornata, è possibile che il numero aumenti. Questo per motivi, prima di tutto di sicurezza, e poi perche’ riteniamo che sia bello andare in natura in piccoli gruppi, godendo del silenzio e della pace che questa ci offre. Alcuni siti, tra l’altro, sono estremamente sensibili, e formare dei gruppi numerosi potrebbe avere come conseguenza anche quella di danneggiare l’ambiente.

11) Cosa si intende per uscite di didattica ambientale?

I nostri obiettivi sono quelli di spiegare alle persone le bellezze naturalistiche del nostro paesaggio. L’attenzione non viene data al raggiungimento di una meta prescelta, bensi’ all’arricchimento culturale di coloro che partecipano. Particolare attenzione verrà data alla spiegazione dell’ambiente circostante. Imparare a riconoscere la flora, la fauna, gli ecosistemi, la geologia e portarsi a casa qualcosa in più. Capiterà anche di parlare di temi quali energie rinnovabili, risparmio energetico, rifiuti, fitodepurazione e risparmio dell’acqua. Tutto questo con l’assistenza di una guida esperta, la cui formazione verte su queste materie.

12) Ho un cane. Posso portarlo con me?

Dipende dal tipo di uscita a cui intendi iscriverti. Alcune aree sono protette e i cani non sono ammessi. In alcuni casi, invece, è possibile portare con sè il proprio beniamino, per escursioni di una sola giornata, purche’ dotato di guinzaglio e museruola. Il trasporto dello stesso è a tuo carico e ti sarà chiesto di mettere l’auto a disposizione.

13) Se dovessi avere un imprevisto, devo comunque pagare la gita?

Per quanto riguarda le condizioni di partecipazione rimandiamo alle stesse. Il consiglio, un po’ l’imperativo categorico, e’ quello di iscriverti alle gite solo se sei sicuro di poter partecipare. Come troverai nelle condizioni di partecipazione c’e’ anche modo di disdire, con una tempisitca precisa. Siamo costretti a mettere delle “leggi” per il fatto che se è vero che facciamo questo lavoro con passione, impegno e dedizione, è pur sempre vero che molti di noi lo fanno come professione. Nel rispetto della loro professionalità ed impegno, chiediamo quindi che sia rispettato il regolamento, nonchè un comportamento improntato alla correttezza. Se, di primo acchito, organizzare un’uscita o un’escursione, puo’ sembrare facile, in realtà comporta molte difficolta’. Basti pensare alla logistica, alla verifica nei giorni precedenti delle condizioni del sentiero/i, delle previsioni del tempo, alla pubblicazione sul sito ecc.. Chiediamo quindi a tutti un comportamento corretto. Nel caso in cui si dovesse verificare un imprevisto e ti trovassi fuori tempo massimo per disdire, ti chiediamo di trovare un sostituto, che parteciperà alla gita al tuo posto. Casistiche particolari verranno valutate,poi, singolarmente.

14) Come vi comportate in caso di maltempo?

In caso di cattive previsioni del tempo, a discrezione della guida, la gita potrà essere annullata o subire la sostituzione con un altro itinerario, in una zona dove le previsioni siano migliori. In questo caso sarai libero di partecipare o, nel caso ti sia già iscritto e l’alternativa non ti soddisfi, di disdire, senza alcun vincolo, costo o penale alcuna.

15) C’e’ un’assicurazione?

Tutte le guide sono dotate di polizza di responsabilità civile terzi. La stessa copre le guide nell’esercizio della propria professione, sugli itinerari di competenza. Non copre gli infortuni dei partecipanti che derivino da un loro errore ( ad esempio una scivolata)  o da un loro comportamento imprudente.